Verso la guida autonoma. Se l’autista non serve…

Sulla pista di Sint-Oedenrode, in Olanda, DAF fa provare (col suo collaudatore seduto al volante) il brivido del platooning. Viaggiare a 80 all’ora a 3-4 metri dal camion che precede e che ‘guida’. Motore, sterzo e freni del vostro camion ripetono quello che fa chi precede. E il complesso sistema di wi-fi P, radar e videocamere garantisce tempi di reazione 25 volte superiori a quelli dell’essere umano. Ma, e c’è un ma, il collaudatore rimane ben vigile e più di una volta interviene.

platooning

Mentre la stessa DAF ammette che i problemi sulla responsabilità in caso d’incidente sono tutt’altro che superati, dall’altra parte dell’Atlantico arriva la notizia che l’auto a guida autonoma ha fatto la prima vittima, una ciclista. Subito però archiviata come ‘incidente di percorso’. Tanto che sulle due sponde dell’Atlantico, negli Stati Uniti da una parte e in Germania dall’altra, la corsa ai camion senza autisti continua a ritmi forsennati.

Avanti tutta anche se mancano leggi sulla responsabilità

Quasi all’unisono, Uber Freight ha annunciato l’avvio dei test lungo le highway dell’Arizona e Waymo (gruppo Google, che ha già una flotta di taxi senza guidatore) ha presentato i mezzi pesanti destinati a operare nell’area di Atlanta. Mentre la stessa Uber ha accettato di versare 245 milioni di dollari a Google per chiudere l’inchiesta in cui era accusata di essersi appropriata di ‘tecnologie avanzate per la guida autonoma di veicoli‘. Al massimo entro due mesi, i Classe 8 delle due aziende, riconoscibili per la selva di antenne sul tetto della cabina, sarà operativo su strada, sebbene mantenendo a bordo la presenza di un autista, in grado almeno teoricamente di riprendere il controllo dell’autotreno.

Motori accesi come anticipato anche in Europa, dove entro l’estate una pattuglia di trattori MAN con i colori di Schenker comincerà a percorrere l’autostrada tedesca Monaco-Norimberga (appositamente dotata di strumenti supplementari di controllo) mettendo in pratica il platooning che, come detto, lascia la guida del ‘treno di tir’ nelle mani dell’autista al volante del camion capofila.

guida autonoma

ABBONATI SUBITO

Scopri di più

Leggi l'articolo completo sul numero di Maggio della rivista Vado e Torno
ABBONATI SUBITO
maggio 2nd, 2018|PRIMOPIANO|