598850_highres__I8A8933

Italscania S.p.A., in collaborazione con Scania Finance Italy S.p.A., sta portando i suoi veicoli nelle cave e nei cantieri d’Italia con l’iniziativa Costruire il Futuro Scania Tour 2016, per consentire a tutti gli operatori del settore di sperimentare con una prova sul campo l’eccellente performance della sua gamma di autocarri. Non solo: l’occasione si presta per apprezzare tutte le soluzioni integrate offerte dalla casa svedese, con l’obiettivo di ottimizzare l’Economia Operativa Totale, attraverso un rapporto di collaborazione col cliente durante l’intero ciclo di vita del veicolo.

“In un contesto in continua e rapida evoluzione, intendiamo valorizzare la capacità delle nostre soluzioni di trasporto di soddisfare tutte le esigenze operative dei nostri clienti, sia che si parli di lungo raggio, distribuzione, trasporto pubblico, applicazioni speciali o, appunto, di Cava cantiere – afferma Giancarlo Perlini, Responsabile del dipartimento Sales and Development, Construction, Distribution, P&S di Italscania – Con l’iniziativa Costruire il Futuro abbiamo l’ambizione di dimostrare sul campo il valore della soluzione Scania per il Cava Cantiere, sia in termini di qualità e prestazioni del prodotto sia di efficacia dei servizi a supporto, dal finanziamento ai pacchetti di manutenzione e riparazione passando dai Driver Services; un’offerta completa e personalizzata che ci contraddistingue e che punta a massimizzare la profittabilità dei nostri clienti”.

L’opportunità per tutti gli operatori del settore è, quindi, duplice. Da un lato, sperimentare una prova sul campo, testando l’eccellente performance dei veicoli Scania nelle reali condizioni di utilizzo, supportati dall’esperienza dei Master Driver Scania, istruttori Scania che supportano costantemente i conducenti per fare dello stile di guida un elemento decisivo per la competitività aziendale. Dall’altro, conoscere i diversi servizi integrati offerti da Scania, la cui composizione sartoriale assicura di soddisfare tutte le esigenze di ogni cliente e per tutto il ciclo di vita del veicolo.

Ad esempio, si può usufruire delle soluzioni di Driver Services, un sistema di formazione completa, che illustra al cliente le tecnologie d’avanguardia dei mezzi Scania per il Cava Cantiere. In questo modo, oltre ad agevolargli il lavoro, Scania può suggerire i correttivi per ridurre l’usura del veicolo, assai rapida in questo settore, e migliorare il benessere dell’autista. Ancora, i professionisti di Scania Finance, sulla scia del principio sartoriale che contraddistingue Scania, confezionano soluzioni di finanziamento ed assicurative ottimizzate per ogni cliente, padroncino o grande flotta, tenendo conto delle specifiche necessità stagionali che contraddistinguono il settore.

Infine, Costruire il Futuro significa anche poter contare su Servizi di Assistenza Manutenzione e Riparazione innovativi, per garantire nel tempo la sicurezza e l’affidabilità dei propri mezzi e migliorare la redditività della propria azienda: si offrono servizi altamente personalizzati grazie al supporto della connettività, che consente di raccogliere i dati tecnici relativi all’utilizzo del veicolo per programmare intervalli di manutenzione, prolungando così l’operatività e la produttività del mezzo. Per alcuni interventi, infatti, può essere fornito un servizio di assistenza direttamente in cava o in cantiere.

La configurazione dei mezzi proposta, così come l’allestimento, coniugano le caratteristiche tecniche più apprezzate dal mercato e le peculiarità di prodotto che rendono il veicolo Scania estremamente performante e manovrabile.
I veicoli disponibili per la prova sono mezzi d’opera CB8x4 EHZ da cavalli, 13 litri Euro 6, equipaggiati con tecnologia puro-SCR, abbinata ad un cambio opticruise a 12 rapporti e 2 primini in modalità Off road.

Anche la manovrabilità del veicolo è ottima, garantita dal passo più corto esistente in commercio, di 4.100 millimetri, senza contare che l’altezza libera da terra è stata ottimizzata grazie al posizionamento delle rotocamere rialzate. Pensato per fronteggiare situazioni estreme, questo veicolo fa affidamento sul rallentatore Scania, ottimizzato per le basse velocità e in grado di garantire una coppia frenante di 4.100 Nm. La cabina, una CG16, ha come punti di forza la facilità di accesso e di uscita in massima sicurezza, un’ottima visibilità e molteplici vani porta oggetti. Infine, i veicoli sono allestiti con una vasca a sezione tonda che garantisce una capacità di 20 metri cubi, con sponda posteriore a sollevamento idraulico e barra para-incastro posteriore rovesciabile.

Fino alla fine del 2016 sarà possibile per tutti gli operatori del settore prenotare una prova online attraverso il sito web dedicato: www.scaniacostruireilfuturo.it.

598854_highres__M7A9711