L’autotrasporto ancora invisibile all’occhio dei partiti

Autotrasportatori snobbati dalle forze politiche impegnate in campagna elettorale. Non è una novità. Ma le associazioni stavolta rispondono con un programma unitario, che contiene le proposte per lo sviluppo e la competitività delle imprese italiane. E questa si che è una novità, viste le divisioni che da sempre caratterizzano Unatrans. E importante, perché può fare aumentare il peso specifico della categoria in vista di vertenze che non saranno facili. Dal canto suo Anita, che rappresenta le imprese più grosse e non fa parte di Unatrans, ha presentato le sue proposte.

autotrasporto

Tornando alla rediviva Unatrans, articola in cinque punti il suo programma. Si parte dalle cruciali questioni europee, Pacchetto mobilità presentato dalla Commissione e attualmente in discussione al Parlamento in primis.

Mettere in campo tutta la Road Alliance

“È necessario che l’Italia mantenga una posizione netta di contrasto alla concorrenza sleale e al dumping sociale, facendo leva sull’alleanza con gli altri Paesi della Road Alliance – si legge nel documento. Principali richieste, l’omogeneizzazione dei trattamenti economici, sociali e normativi dei lavoratori e dei costi a carico delle imprese di autotrasporto dei diversi Paesi Ue, e il contrasto a ogni ipotesi di ulteriore liberalizzazione del cabotaggio stradale.

Al numero due, la regolarità del mercato e la semplificazione burocratica, con l’effettiva funzionalità del portale Regolarità Albo, la razionalizzazione normativa, il contrasto alle cooperative spurie, la piena operatività degli uffici della Motorizzazione.

Non tagliare i rimborsi su accise e pedaggi

Segue la governance del settore. Unatrans chiede di rafforzare il ruolo del Comitato centrale dell’Albo e di ripristinare la Consulta generale dei trasporti e della logistica. Altro punto, e non al primo posto come forse sarebbe accaduto qualche anno fa, i fondi strutturali per l’autotrasporto, con la richiesta di non tagliare i rimborsi su accise e pedaggi autostradali e le deduzioni forfettarie per le spese non documentate.

autotrasporto

ABBONATI SUBITO

Scopri di più

L'articolo completo sul numero di Marzo della rivista Vado e Torno
ABBONATI SUBITO
marzo 28th, 2018|PRIMOPIANO|