Kögel e il trasporto inerti, una storia tutta da conoscere

La storia di Kögel nel settore dei ribaltabili è cominciata nel lontano 1935 e segna in modo significativo la capacità tecnica del costruttore tedesco

La storia di Kögel nel trasporto inerti ha inizio nel lontano 1935. Un inizio che vide, a fianco della produzione di rimorchi agricoli, i primi allestimenti ribaltabili per autocarri. Abituati a vedere sulle strade i semirimorchi furgonati e frigoriferi del costruttore tedesco, in pochi sanno che Kögel è uno specialista dei mezzi per il trasporto inerti. Entrarono subito in produzione gli allestimenti ribaltabili su camion comprensivi di rimorchio a due assi.

Dalla guerra ai giorni d’oggi, tra tradizione e innovazione

Il mercato, durante e dopo la guerra, richiedeva infatti questo tipo di veicoli. Soprattutto i rimorchi ribaltabili su pneumatici e i carri agricoli trainati da cavalli o trattori. Negli anni ’50, Kögel fece parlare di sé con i semirimorchi ribaltabili dotati di doppio ponte indipendente con semirimorchio ribaltabile con cassa in acciaio. Nel 1966 arrivò il primo cassone a sezione arrotondata. Si trattò di una grande innovazione sia perché autoportante, sia perché in alluminio.

La versione per conglomerati bituminosi dei semirimorchi ribaltabili Kögel presenta molte comode innovazioni già introdotte nel 2014

Negli anni ’70 la produzione fu incentrata soprattutto sui rimorchi ribaltabili tandem e sui rimorchi trilaterali a tre assi. Due combinazioni favorite dal Codice della Strada tedesco nel campo del trasporto inerti e quindi premiate dal mercato. Nel 2002 Kögel presentò il primo cassone a elementi modulari con eccellenti caratteristiche di leggerezza e robustezza. Da questo iniziale di sistema modulare si basano anche i rimorchi ribaltabili a cassone Kögel a 2 e 3 assi disponibili oggi. Con un volume di carico di 24 e 27 metri cubi sono fondamentali per il trasporto inerti.

Dettagli e alta protezione per il trasporto inerti

Grazie alla tecnologia di assemblaggio, i clienti possono personalizzare un rimorchio ribaltabile con pareti e fondo di spessore diverso in funzione dell’uso previsto. Il fondo e la sponda posteriore dei rimorchi ribaltabili per il trasporto inerti di Kögel sono in acciaio Hardox 450 bonificato. Le sponde laterali sono invece in lamiera d’acciaio S700 altamente resistente.

Le varianti dei semirimorchi ribaltabili Kögel presentano sponde sia a pendolo che idrauliche

Con una chiara vocazione per l’innovazione, oggi Kögel è presente nel mercato con una gamma di semirimorchi ribaltabili in cui la tecnologia è presente anche nella protezione dagli agenti esterni. Il costruttore tedesco utilizza infatti i processi di cataforesi per telai e vasche. A questa tecnologia si somma l’effetto della protezione superficiale in nanoceramica che aumenta la protezione contro l’usura in modo esponenziale.

Kögel, specialistica anche nel trasporto di conglomerati bituminosi

La cura dei dettagli di Kögel prevede anche un’ampia scelta di opzioni fra cui sponde a pendolo o idrauliche, casse completamente in alluminio, accessori di vario tipo e una versione speciale per il trasporto di conglomerati bituminosi. Quest’ultimo semirimorchio ha una cassa con capacità di 24 metri cubi con diverse varianti di spessore delle sponde della cassa. Ovviamente è disponibile un completo isolamento termico e la prolunga con sbalzo posteriore di 170 millimetri  per favorire lo scarico nella tramoggia della finitrice. Si tratta di un dettaglio che Kögel presentò già nel 2014. In questo modo non è necessario aggiungere nessuno scivolo con un significativo risparmio di peso e denaro per l’utilizzatore. E’ inoltre possibile regolare facilmente e rapidamente l’altezza dei supporti delle luci, separati dal supporto del parafango, in modo da mantenere una distanza maggiore dalla finitrice in fase di scarico.

Kögel

2020-01-09T14:37:40+01:009 Gennaio 2020|Categorie: TRAILER|Tag: , , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio