Inaugurata una nuova stazione LNG ad Agrate Brianza

LNG Agrate Brianza

È stata inaugurata sabato 8 giugno nel comune di Agrate Brianza una nuova stazione di rifornimento LNG di proprietà della società bergamasca Paceko Srl, alla presenza di Stefano Cantarelli, Amministratore della società, di Roberto Lambricchi in rappresentanza dell’Ufficio del Commercio della Regione Lombardia, Davide Marinoni per Liquigas, l’azienda che fornisce il gas naturale liquefatto e di Fabrizio Buffa, Gas Business Development Manager per Iveco.

L’impianto vanta una posizione strategica poiché si trova a 300 metri dall’uscita autostradale A4, in un’area geografica attraversata da importanti arterie di comunicazione. Realizzato su una superficie di 8.000 metri quadrati, l’impianto erogherà carburanti per tutti i tipi di veicoli: benzina e gasolio per mezzo di due colonnine multiprodotto, metano, GPL, ricariche per auto elettriche e, attraverso un serbatoio di stoccaggio per LNG da 60 tonnellate, anche gas naturale liquefatto per l’alimentazione dei pesanti stradali, per i quali un erogatore è attivo e un secondo già predisposto.

Ospiti d’onore un Daily Blue Power CNG e uno Stralis NP 460

In esposizione per la durata dell’evento, due veicoli della gamma a trazione alternativa di Iveco: per i commerciali leggeri, un Daily Blue Power CNG, che coniuga robustezza, versatilità e uno straordinario comfort di guida – grazie al cambio Hi- Matic – con l’alimentazione a gas naturale compresso, che lo rende ideale per tutte le missioni anche in ambito urbano e nei centri cittadini soggetti a limitazioni di accesso e traffico. La versione esposta durante l’evento vestiva la livrea celebrativa del quarantesimo anniversario dalla nascita dello storico veicolo.

Per la gamma pesante, invece, uno Stralis NP 460, messo a disposizione dalla concessionaria di riferimento di zona, la Tentori V.I. SpA per un rifornimento dimostrativo, che è stato effettuato nel corso della cerimonia. Con le sue elevate prestazioni, un Costo Totale d’Esercizio (TCO) estremamente competitivo, l’autonomia fino a 1.600 chilometri, e soprattutto un equipaggiamento tecnologico che consente un abbattimento sia dei consumi sia dell’azione inquinante, lo Stralis NP 460 rappresenta una categoria di veicoli realmente privilegiata in tutta Europa, perché esclusa – essa sola – dal pagamento dei pedaggi in Germania, o dal divieto di transito in strategiche aree di confine come il valico del Brennero e, in generale, da quei provvedimenti che impongono il blocco del traffico ai mezzi maggiormente inquinanti, come accade in alcune regioni italiane quali Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto.

Inaugurata una nuova stazione LNG ad Agrate Brianza