DKV Euro Service, il network sempre al passo con i tempi

Il mondo del trasporto va di fretta. In un comparto estremamente dinamico e in rapida trasformazione, in cui si muovono imprese dotate di un’enorme velocità (e capacità) di sviluppo, l’attenzione alle esigenze del cliente al fine di perseguire gli obiettivi di massima efficienza e redditività d’impresa – che siano di piccole, medie o grandi dimensioni, non fa differenza- diventa elemento strategico e decisivo, capace di determinare il successo attraverso la massimizzazione del profitto.

DKV Euro Service, che ha tutto questo del proprio Dna e che alla soddisfazione del cliente ha sempre guardato come obiettivo primario con estrema coerenza e professionalità attraverso l’offerta di un’ampia gamma di servizi (a proposito, in Italia il network delle stazioni di servizio ha superato le 7.200 unità), sta investendo in questo senso a medio e lungo termine in diversi interessanti progetti.

DKV Euro Service

DKV Euro Service,  il sistema Free flow DarsGo

Tra questi, l’offerta studiata specificamente per le esigenze determinate dal cambiamento del sistema di pedaggio in Slovenia, dove dal 1° aprile l’accesso alle strade soggette a pedaggio non avverrà più attraverso l’attraversamento dei caselli, bensì con il sistema Free flow DarsGo, senza barriere. Vale a dire che non potendo più utilizzare carte Dars e box Abc, tutti i veicoli oltre le 3,5 ton dovranno essere dotati di un box pedaggio (Obu).

Ebbene, registrandosi sul sito web DKV è possibile ricevere il nuovo sistema di pedaggio. Effettuata la registrazione richiesta, le On Board Unit di DKV (costo di emissione di 10 euro, senza canone di noleggio o tasse di servizio) potranno essere inviate a qualsiasi indirizzo di consegna nell’Ue, oppure ritirate direttamente presso le stazioni di servizio Dars.

DKV Euro Service, tecnologia ancora più protagonista

E a proposito di pedaggi, DKV ha in serbo novità anche per l’Italia, dove già da quest’anno sarà disponibile il DKV Box Italia, strumento che consentirà ai trasportatori che operano entro i confini del nostro Paese di pagare tutti i pedaggi italiani.

Un altro significativo passo avanti verrà dall’infrastruttura tecnologica, che semplificherà notevolmente lo scambio di dati con i partner commerciali. Una delle principali innovazioni sarà il Digital Front Office, che nel prossimo futuro avrà il compito di sostituire l’attuale conto elettronico del cliente offrendo al tempo stesso numerose funzioni integrative. Attraverso il Toll Online Manager integrato nel conto sarà possibile registrare in modo facile e veloce i pedaggi addizionali dei vari Paesi, funzione importante soprattutto in combinazione col DKV Box Europe i cui preparativi sono in pieno svolgimento.

DKV Euro Service, sempre col vento in poppa

Attenta com’è all’evoluzione e alle tendenze del mercato, un altro obiettivo nel mirino DKV riguarda l’offerta nel settore dell’elettromobilità e dei carburanti alternativi (Lng). In linea con le direttive comunitarie che prevedono nuovi limiti in termini di emissioni nocive delle auto (riduzione di un ulteriore 30 per cento di CO2 entro il 2030 rispetto ai livelli del 2021) e incentivi per l’acquisto di veicoli elettrici, DKV ha raggiunto un’intesa con il gestore dell’infrastruttura di ricarica francese Freshmile Services grazie alla quale i clienti DKV potranno ricaricare i propri mezzi in 2.500 punti distribuiti sul territorio francese.

DKV Euro Service

febbraio 28th, 2018|PRIMOPIANO|