DAF, in prospettiva c’è l’ibrido. Anzi, gli ibridi

Camion Daf ibrido

È un anno importante, il 2018 per Daf. Il marchio di Eindhoven festeggia i suoi (primi) 90 anni di attività, celebrandoli con la Limited Edition 90° Anniversario, un’edizione speciale a tiratura limitata (soltanto 200 esemplari in tutta Europa) e superaccessoriata dell’ammiraglia XF. Ma questo è il presente di un marchio che ha segnato con l’innovazione importanti tappe della sua storia: dall’introduzione della tecnologia turbo (Anni 50) al turbo intercooler (Anni 70), fino alle attuali generazioni di propulsori che si distinguono per i bassi consumi e la ridotta rumorosità.

DAF XF 440 Convenient, obiettivo convenienza

Guardando oltre, cioè al domani, il marchio del Gruppo Paccar, proprio in occasione della festa dei 90 anni, ha svelato due interessanti modelli ibridi che di fatto riprendono, sviluppandolo alla luce delle nuove tecnologie, il filo di un discorso che Daf aveva anni addietro concretizzato in un prototipo ibrido realizzato sulla base del leggero LF. Quella stessa tecnologia viene oggi ripresa dall’XF 440 Convenient, parola che dice già molto, e in questo caso acronimo di ‘Complete Vehicle Energy-Saving Technologies for Heavy Trucks’, ossia tecnologie integrali per il risparmio di energia per mezzi pesanti.

XF Convenient è un veicolo ibrido plug-in parallelo dotato di un motore-generatore elettrico da 163 cavalli abbinato al motore Mx-11. Nelle aree urbane viaggia completamente in elettrico, con un’autonomia fino a sei chilometri, sfruttando l’energia delle batterie agli ioni di litio, ricaricando gli accumulatori mediante il recupero dell’energia dalla frenata o dal motore-generatore che funziona in modalità di carica.

DAF XF 450 EcoChamps, energia anche dai gas di scarico

La seconda novità, l’XF 450 EcoChamps è il frutto di un’iniziativa sostenuta dalla Commissione Europea che vede coinvolte, sotto la guida di Daf, ventisei aziende e istituzioni del settore automobilistico. In questo caso l’ibrido abbina al 10,8 litri Mx-11 da 449 cavalli, componenti impiegati proprio dalle autovetture: motore elettrico da 12 cavalli, celle della batteria (Samsung), convertitore Dc/Dc (in luogo del tradizionale alternatore) che trasforma i 300 V di tensione nominale della batteria in alta tensione a 24 V.

XF Ecochamps immagazzina energia per le batterie recuperando sia quella della frenata sia quella generata dal calore dei gas di scarico. Il sistema impiega l’energia dei gas di scarico puliti per azionare una turbina a sua volta chiamata a generare energia utile per alimentare la batteria. Sfruttando l’elettrificazione, il pesante stradale olandese riesce a percorrere fino a 10 chilometri in modalità silenziosa, consentendo fino al 5 per cento di risparmio di carburante.

Camion Daf ibrido

aprile 18th, 2018|TRUCK, TRUCK-HOME|