Berner e il mercato della mobilità e dei trasporti

Il mondo viaggia velocemente e la società si adegua. Le vendite online stanno con altrettanta rapidità cambiando il modo di intendere e fare commercio. Ancheil mercato della mobilità e dei trasporti è in fase di profonda evoluzione. Per garantirsi competitività e quote di mercato, le aziende sono chiamate a sviluppare nuovi modi di fare business.

Berner Italia spinge sul pedale della professionalità

Berner Italia, ovvero il ramo nazionale del Gruppo tedesco fondato sessant’anni fa -nel 1957- da Albert Berner e  che oggi -all’alba del terzo decennio del terzo millennio- si propone come una delle più solide realtà internazionali attiva nella fornitura di soluzioni dedicate ad artigianato, mobility e industria (ha festeggiato nel 2011-2012 il traguardo del miliardo di euro di giro d’affari), ha illustrato a Milano le proprie strategie di sviluppo finalizzate a garantire una crescita profittevole e sostenibile sia del proprio business ma sia anche di quello della propria clientela.

«La consapevolezza che le modalità di trasporto subiranno profondi cambiamenti, portando con sé in incremento esponenziale della componente di servizio da erogare con sempre maggiore flessibilità, competenza e rapidità – ha spiegato Luca Porrini, Direttore Commerciale Mobility e Industria di Berner Italia – è tra i motivi per i quali abbiamo deciso di abbandonare una strategia di marketing e vendita orientata al singolo prodotto, per orientarci sul focus application, ovvero sull’insieme di soluzioni, servizi e consulenza erogati dai nostri esperti, che mettono in grado la nostra azienda e i clienti di proporre servizi specifici ad elevato valore aggiunto, aumentando la capacità di competere sul mercato in modo profittevole e sostenibile».

Serve viaggiare alla stessa velocità del cambiamento

Una strategia, quella di Berner per il prossimo futuro, che muove dalla consapevolezza del radicale cambiamento del comportamento dei consumatori e dei metodi utilizzati in fase di valutazione di potenziali fornitori sia nel B2B così come nel B2C, combinati con una serie di dati significativi. L’aumento del traffico autostradale di veicoli commerciali leggeri (più 1,5 per cento) e pesanti (più 3,3 per cento) registrato nel 2018, e con tendenza a ulteriore consolidamento. Il boom degli acquisti online, passato da una stima di circa 6 milioni di delivery del 2012 alle 15 milioni di consegne effettuate nel 2017. Quota destinata ad essere velocemente e abbondantemente superata nei prossimi anni.

Tutto questo significa aver raddoppiato il traffico su strada e in città nell’arco di soli cinque anni, mentre il numero di veicoli commerciali utilizzati a livello mondiale è aumentato del 32 per cento passando da 250 milioni (nel 2006) a 330 milioni (2014). Con prospettive di ulteriore crescita nella misura del 40 per cento entro il 2050. Valori tutti destinati ad aumentare anche la richiesta di servizi e manutenzione.

Berner Italia, un team e un’offerta al top per ogni applicazione

Per Berner Italia, la cui forza è nel team dei circa 600 addetti all’area commerciale, nei 200 collaboratori operativi presso la sede di Verona, nell’organizzazione di vendita omnicanale e naturalmente nei 60 mila clienti che l’hanno scelta, il primo passo da compiere è quello di capire dove nasce e come si trasforma il bisogno dell’acquirente. «Nel settore mobility – ha precisato Porrini – I nostri clienti affrontano la sfida di un diverso concetto di mobilità, inteso non più come esigenza di possesso di un veicolo, ma piuttosto di domanda crescente di fruizione di un servizio da erogare con flessibilità, accuratezza e rapidità». Una sfida che si gioca quindi e sempre di più sul terreno della qualità e del valore aggiunto. Termini che fin dall’inizio dell’attività appartengono al vocabolario di Berner.

2019-11-21T18:35:16+01:0021 Novembre 2019|Categorie: PRIMOPIANO|Tag: , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio