Visita alla Divisione Veicoli Industriali Van Hool. FOTO-GALLERY

ivproduction03

Lo scorso 25 novembre, la Divisione Veicoli Industriali Van Hool ci ha aperto in esclusiva le porte del proprio stabilimento di Lier in Belgio, esteso su oltre 55 ettari e animato da oltre 4.400 dipendenti. L’occasione ci ha permesso di vedere da vicino le linee di produzione e di conoscere di persona i vertici della società, pronipoti del fondatore Bernard Van Hool.

Nonostante un volume di affari costantemente in crescita (nel 2015 ha realizzato un fatturato di 596,8 milioni con un incremento del 7 per cento rispetto all’anno precedente), il Gruppo Van Hool mantiene la filosofia dell’azienda familiare cavalcando un genuino approccio ‘tailor made’. Alla divisione Veicoli Industriali corrisponde circa il 20 per cento del turnover complessivo, mentre il restante 80 per cento deriva dalla divisione ‘Buses&Coaches’. Mentre quest’ultima è stata in parte dislocata in un secondo polo produttivo in Macedonia, tutte le attività dedicate ai trailers sono rimaste esclusivamente nello stabilimento principale belga.

Nella passeggiata tra le linee, ha sorpreso l’imperterrita artigianalità applicata al processo produttivo in grado di sfornare annualmente oltre 3.000 unità tra singoli tankcontainer, chassis portacontainer e semirimorchi-cisterna. Un’altra chicca è costituita dal fatto che molte macchine impiegate nell’assemblaggio sono state appositamente sviluppate da un team di ingegneri interno. Durante la visita abbiamo potuto assistere alla rifinitura di diversi semirimorchi destinati a clienti italiani, tra cui alcuni già griffati Adami e Canil. In Italia Van Hool è rappresentata dalla società importatrice Real Trailer di Suzzara (Mantova).

dicembre 1st, 2016|TRAILER|