Scania S 500 vs Streamline 143: consumi ridotti del 25 per cento

Streamline 143

Ad ogni lancio di una nuova generazione di veicoli, uno dei parametri più considerati è quello della riduzione dei consumi di carburante. Per analizzare il progresso nell’ultimo quarto di secolo, il Scania ha condotto un interessante test mettendo a paragone l’immortale Streamline 143 del 1992, con l’attuale S 500.

Il Grifone ha coinvolto la società indipendente AVL, specializzata nelle prove relative alla catena cinematica. L’azienda ha misurato i consumi di carburante e le emissioni di ossido di azoto su 6 percorsi di guida identici di 140 chilometri. Lo Streamline 143 è equipaggiato con un V8 da 14 litri, mentre il nuovo S 500 con un sei cilindri da 13 litri, con la stessa potenza massima pari a 500 cavalli.

Streamline 143

Due generazioni a confronto

Durante il test, i veicoli hanno mantenuto una velocità di 85 chilometri orari sullo stesso tratto di strada in Svezia e dagli stessi due autisti. Entrambi sono stati impegnati nel trasporto della medesima quantità di legname, fattore che ha dato al nuovo veicolo un sensibile vantaggio poiché più leggero nel complesso. I risultati finali hanno evidenziato una riduzione di circa il 25 per cento dei consumi di carburante e del 95 per cento degli ossidi di azoto.

Numerosi i fattori che hanno determinato il progresso: i motori sono diventati maggiormente efficienti e sono in grado di erogare maggiore coppia e potenza a parità di cilindrata. Inoltre è stata migliorata l’aerodinamica, c’è lo zampino del cambio automatizzato Scania Opticruise, i rapporti al ponte sono stati allungati, i componenti ausiliari sono stati affinati e i dispositivi di frenatura gravano meno sulla tara.

Scania S 500

aprile 16th, 2017|TRUCK, TRUCK-HOME|