Mercedes Arocs 8 per 4, anche il cava si fa chic

Mercedes Arocs

Guai a considere l’Arocs una semplice variazione sul tema della gamma Actros. Ovvio, il Dna è quello, così come evidente è il family feeling con l’ammiraglia della Stella, e anche con gli altri componenti della famiglia di trucks del costruttore di Stoccarda.

Ma ciò sottolineato, lo specializzato Mercedes per la cava e il cantiere rappresenta in tutto e per tutto il frutto di un progetto pensato e sviluppato specificamente per l’impiego nell’off-road. Potremmo dire, quindi,  un modello con punti di riferimento precisi, più che parentele strette. E questo pur riprendendo le tradizionali caratteristiche dei trucks della Stella, vale a dire sicurezza, prestazioni, efficienza e comfort.

Mercedes Arocs

Attraente con i fianchi stretti

Messo alla prova sul sempre insidioso terreno di una cava, l’Arocs mostra personalità e carattere tipico dei talenti di razza. Aggiungendovi, contenuto assolutamente inusuale per questa tipologia di veicoli, un tocco di attraente eleganza che non guasta mai. Anche sulla terra e tra le pietre.

Basta guardarlo, l’Arocs, per convincersene. I fianchi stretti della cabina M Classic Space, 2.300 mm di larghezza, sono un invito per gli occhi. Impossibile far finta di niente. Il volto del duro da cava Mercedes si ingentilisce e conquista. La forma ‘a dente di benna’ della calandra, i gruppi ottici a sviluppo orizzontale protetti dalla griglia metallica, il paraurti che integra al centro della parte inferiore la piastra di protezione del motore.

Mercedes Arocs

ABBONATI SUBITO

Scopri di più

La prova completa sul numero di maggio del mensile Vado e Torno
ABBONATI SUBITO
maggio 2nd, 2017|PROVE|