LC3 realizza nel proprio hub di Piacenza il primo distributore privato a LNG

LC3

L’azienda umbra, seconda in Europa per il numero di veicoli a metano liquido, amplia il proprio centro logistico di Piacenza con un’area di 60.000 metri quadri adiacente alla dogana dove verrà realizzato il primo distributore privato a LNG (predisposto ad erogare biometano liquido).

La flotta di LC3 conta 172 veicoli di cui 70, più del 40 per cento, sono già alimentati a metano liquido (LNG), che diventeranno il 50 per cento a fine 2017 per salire poi al 70 nel corso del 2018.

“La nuova frontiera di LC3 nei prossimi anni sarà l’utilizzo sempre maggiore del biometano liquido – ha affermato Michele Ambrogi, Presidente di LC3 Trasporti – Siamo stati i primi a dotarci di mezzi a LNG predisposti a essere alimentati a biometano. Ora vogliamo ampliare il polo logistico di Piacenza, potenziando il terminal container già operativo anche con la realizzazione di un nostro punto di erogazione che ci permetterà di essere perfettamente autonomi sul fronte dei rifornimenti di biocarburante”.

I mezzi a LNG di LC3 escono dai confini nazionali

Grazie alla nuova frontiera del biometano e sempre con l’obiettivo di ridurre ulteriormente le emissioni inquinanti, l’azienda rafforzerà i suoi principali settori di attività sempre in una logica di rispetto dell’ambiente e di sostenibilità: dal trasporto a temperatura controllata a quello di container di merci  pericolose e rifiuti, fino alla gestione delle attività di terminal container. Servizi questi che LC3 effettua da più di tre anni dai porti di Genova, La Spezia, Livorno e dalla area piacentina fino alle destinazioni finali delle merci in Italia ed Europa.

Già dallo scorso gennaio i primi veicoli a metano liquido di LC3 hanno cominciato a uscire dai confini nazionali. I truck dell’azienda umbra, infatti, percorrono tutte le settimane le reti stradali di Francia, Belgio, Olanda, Inghilterra e Spagna. L’obiettivo principale è quello di ampliare in breve tempo il numero di quelli alimentati a metano liquido destinati alle consegne verso gli altri Paesi dell’Unione Europea.

“La flotta LC3 può contare, oltre alla sede di Gubbio e al centro logistico piacentino, su 7 filiali distribuite lungo tutto il centro-nord del Paese, in grado di presidiare tutta la rete autostradale nazionale – ha aggiunto Ambrogi – Nell’ottica di una sempre maggiore autonomia nel coprire le tratte extra nazionali l’azienda si è dotata, a partire proprio da quest’anno, di 30 nuovi Iveco Stralis NP da 400 cavalli, che grazie all’adozione di un doppio serbatoio possono percorrere fino a 1.500 km”.

 LC3

maggio 3rd, 2017|PRIMOPIANO|